Alla domenica mattina le strade dei Colli Euganei si trasformano in un velodromo a cielo aperto, si incontrano centinaia di ciclisti dai colori variopinti, che creano un contrasto con la verdeggiante vegetazione circostante, è uno spettacolo per tutti gli amanti del ciclismo.

Oggi il mio percorso è stato abbastanza impegnativo, ho percorso i soliti 30 km di pianura prima di giungere all’inizio delle salite; la prima è stata Teolo. Dopo aver raggiunto la cima, sono sceso verso Vo’, poi ho ripreso la salita, questa volta per il passo Brocon.

Arrivato in vetta, ho girato per Castelnuovo e ho proseguito sempre in salita per una strada panoramica che porta al Monte Venda, dove si trova una ex base militare della NATO. Durante l’ascesa ho scambiato alcune battute con dei ciclisti (lascio a voi immaginare l’argomento principale della conversazione).

In cima al Monte Venda la strada finisce e si torna indietro sino al bivio, ho svoltato verso la discesa di Torreglia e dopo un paio di km ho girato a destra. Ho quindi ripreso a salire verso il Roccolo, raggiunto lo scollinamento, ho imboccato la strada della Cingolina, dove ho comprato una primizia di stagione: le ciliege.

Dopo aver fatto shopping, mi sono rimesso in sella ed ho affrontato la discesa della Cingolina fino a Galzignano. Dopo aver fatto il primo strappetto in salita, ho girato a destra percorrendo una serie di saliscendi sino alla frazione del Turri, arrivando così nuovamente in pianura per tornare a casa.

All’arrivo, consultando l’applicazione Runtastic, mi sono accorto che anche oggi ho raggiunto un dislivello di 1.355 mt, per un totale di 84 km sempre con la stessa batteria, (a risposta di quanti mi chiedono l’autonomia della e-bike).

Itinerario domenica sui colli euganei