Un test da 1.273 metri di dislivello

In questi giorni ho iniziato a testare la mia condizione fisica e la tenuta della mia e-bike (batteria), per una prossima uscita molto impegnativa: 27 km tutti in salita su una località ancora top-secret!

Ieri, durante la mia ascesa al Monte della Madonna nei colli Euganei, ho incontrato un giovane ciclista 40 enne che è rimasto stupito della mia e-bike, non solo per la sua linea, ma soprattutto per le sue performance. Lui come molte altre persone, hanno una visione sbagliata delle e-bike, perché spesso vedono esposte delle vere e proprie cinesate nei centri commerciali, che non nulla hanno in comune con modelli come la mia! L’ho invitato a visitare il blog e spero di ritrovarlo presto, magari in sella ad una magnifica e-bike Dolomites.

Nell’itinerario della giornata, sono sceso dal Monte della Madonna per affrontare la salita di Castelnuovo, dopo circa un km dallo scollinamento, ho nuovamente imboccato la salita che porta al Roccolo, con pendenze che si fanno sentire.

Arrivato in cima sono sceso verso Valnogaredo e ho perseguito fra una serie di saliscendi fino a Vò Euganeo, per affrontare l’ultima salita che porta a Teolo. In quest’ultimo frangente la batteria ha iniziato a segnare la diminuzione di potenza, allora ho deciso di affrontarla ad una velocità sostenuta (tra i 22 e 24 km/h), raggiungendo così un dislivello totale di 1.273 mt.

Il responso è stato: tutto ok. La batteria ha tenuto anche nell’ultima salita e ho raggiunto il punto di partenza con ancora una discreta carica.

Clicca sull’immagine qui sotto per vedere l’itinerario completo.

itinerario-salite-colli-euganei

 

11 Maggio 2014|4 Comments

4 Comments

  1. Vanni 12 Maggio 2014 at 14:27 - Reply

    Ciao randonnéer, ti leggo aguerritissimo sulle salite, ma tu non eri quello che odiava la salita!!
    Comunque ho quasi intuito quale sarà la tua prossima salita……. molto bella e Mitica.
    Lo sai che puoi chiedermi qualsiasi “dritta” sulla E-Bike che cavalchi la conosco anche nelle parti intime..
    La puoi fare sicuramente facendoti accompagnare impostando la bicicletta sulle mitiche 3 lucette a led sul diplay, che ti forniscono un’assistenza continua di 5 A/ora che equivale a due ore ininterrotte di ascesa.
    Tieni presente che se vai a meno di 13 K/ora in salita dovrai calare di una “lucetta” ma conoscendoti andrai sicuramente più veloce. Poi, se ho azzeccato la salita ci sono dei punti dove spiana e qualcosa risparmi.
    Comunque bella sfida, tienimi al corrente e Buona salita ciao Vanni.

  2. Silvio 12 Maggio 2014 at 15:40 - Reply

    Ciao Vanni, è proprio vero, le salite le ho sempre odiate, ma ora grazie alla mia e-bike, ho scoperto un nuovo amore, non avrei mai creduto ad una simile metamorfosi. Anche oggi nel mio giro non sono mancate delle belle pendenze, fatte con vero piacere.
    I tuoi consigli sono sempre importanti, e determinanti per ottenerne il massimo dalla e-bike.
    Non ho ancora deciso il giorno che farò i miei primi 27 km di salita, forse già questa settimana!
    Non so a quale andatura andrò, vedrò quando mi troverò la, cosa fare. Ti terrò informato.

  3. Maurizio 14 Maggio 2014 at 5:23 - Reply

    Ormai non si può dirvi più nulla, ne sapete proprio una pagina in più del libro…
    Non avete idea che piacere mi fa sapere che viene CAPITO e APPREZZATO il lavoro che con grande passione si porta avanti giornalmente.
    Vi invidio e spero di poter dedicare più tempo a qualche bella gita in Frisbee.
    Ciao Maurizio

  4. Silvio 16 Maggio 2014 at 8:26 - Reply

    Ciao Maurizio, quello che sappiamo e merito della tua ricerca di anni sulle E-bike , che ci permette di viaggiare con grande affidabilità, e sicurezza.
    Dalla tua grande passione ed esperienza di TECNICO ci aspettiamo sempre grandi novità.
    Ci conto di ritrovarci con piacere in sella alle fantastiche Fresbee.

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.