Mercoledì è stata una giornata speciale, 3 amici di vecchia data: io, Toni, e Antonio M., tutti classe ’52, ci siamo dati appuntamento per fare un giro in bici sui Colli Euganei. Avevo promesso ad Antonio M. di fargli provare l’emozione di utilizzare la mia e-bike, mentre l’amico Toni, compagno inseparabile e cicloamatore che la settimana scorsa ha concluso la via Francigena in bicicletta, è rimasto fedele alla sua muscolare. Alla partenza eravamo quindi 2 Frisbee (una Atlas e una Dolomites) e una bici muscolare.

Sin dalle prime pedalate Antonio M. è rimasto colpito dalla scorrevolezza e dalla posizione comoda in sella che offre l’e-bike Dolomites. Dopo pochi chilometri di riscaldamento, la strada ha iniziato a salire e l’emozione nel sentire come riusciva ad affrontare la salita senza il fiatone e con una pedalata morbida, è stata veramente grande per Antonio M.

Durante l’ascesa abbiamo superato diversi ciclisti, uno in particolare cercava di mantenere il nostro ritmo, ma poco dopo ha dovuto mollare, mentre noi siamo giunti in cima con disinvoltura. Abbiamo atteso il nostro amico Toni, che con la sua bici muscolare sale in maniera molto brillante, ma che è consapevole della superiorità delle nostre e-bike.

Abbiamo quindi deciso di di affrontare altre salite con punti particolarmente impegnativi ad andatura abbastanza sostenuta. Antonio M. era sempre più incredulo, non gli sembrava possibile restare così fresco nonostante le pendenze. Alla fine del percorso, abbiamo fatto un dislivello di quasi 1.000 mt. un risultato impensabile per Antonio M., che con una bici muscolare avrebbe sottoposto il suo fisico ad uno stress molto pesante.

La riflessione finale è stata che chi vuole divertirsi, fare del sano movimento, senza sforzi eccessivi, o affrontare percorsi impegnativi anche senza una buona preparazione fisica, può farlo in sella a una buona Frisbee Dolomites.

Auguro al mio amico Antonio di rivederci quanto prima in sella anche lui ad una e-bike e, non si sa mai che anche l’amico Toni ci faccia un pensierino!

Per vedere l’intero itinerario clicca sull’immagine qui sotto.

itinerario con i due toni