L’ultima settimana completa di febbraio ha inizio con una giornata di totale relax. Nel week end appena trascorso sembrava essere sbocciata la primavera, ma molto probabilmente era ancora troppo presto per festeggiare, dato che lunedì, martedì il sole è coperto dalla nebbia.

Come di consueto le mie corse riprendono il martedì con 15km a ritmo lento, mentre mercoledì svolgo 4 ripetute sui 3.000 metri, per un totale di 16km.

Tracciato giro in biciAnche giovedì la nebbia decide di avvolgere la città, ma questo non mi intimorisce e decido di fare il mio secondo giro in bici del 2017. Nell’ultimo anno ho riscoperto il piacere di fare qualche pedalata durante la settimana, ma in questi primi due mesi dell’anno, le occasioni sono state poche a causa del freddo, che in sella soffro molto di più che a piedi.

Venerdì è un’altra giornata grigia, così per non deprimermi durante la corsetta, porto Luna con me. Sono appena 6 mesi che Luna è a casa con noi, ma devo dire che è veramente molto brava a restare al passo durante le nostre scorribande sugli argini. Chissà se un giorno proveremo mai l’emozione di fare una gara insieme.

Selfie Post giro in biciSabato finalmente il sole non è timido come nel corso della settimana, così in questo giorno di riposo prendo nuovamente la bici e pedalo per una trentina di chilometri per sciogliere un po’ le gambe. Lungo il percorso incrocio moltissima gente che passeggia o corre a piedi, sembra proprio il risveglio dopo un lungo letargo.

Domenica è una giornata di festa vera e propria. Alla mattina l’appuntamento è a Tribano alla “Marcia della Magnolia, dove ai classici percorsi di 7, 12 e 20 chilometri, è stato aggiunto anche il lungo da 30km. La distanza perfetta per il mio allenamento.

Subito dopo aver parcheggiato, incontro l’amico Marco, che anche lui è leggermente in ritardo rispetto alla partenza classica delle 8. Così mentre passeggiamo verso la registrazione, scambiamo quattro chiacchiere e mi confida che il suo grande obiettivo del 2017 è partecipare alla 100km del Passatore. Oggi lui ha un allenamento di scarico, così alla partenza le nostre strade si dividono.

Da parte mia, svolgo diligentemente il mio allenamento fino a quando non concludo l’ultima ripetuta proprio di fronte al ristoro abusivo. Dato che mi mancano solo 4km di scarico, ne approfitto per trangurgitare qualche pezzo di salsiccia accompagnato da polenta, una fetta di salame e un bel bicchiere di vino rosso.

Riparto insieme ad Adris, un amico di vecchia data incrociato poco prima del ristoro abusivo, con il quale concludo questa corsa domenicale. Ad attendermi all’arrivo trovo l’amico Davide con il pettorale 001, che ha la prontezza di immortalare il mio arrivo.

Al ristoro finale trovo anche Andrea, Gianluca e Stefano, che insieme al sottoscritto formiamo il leggendario Trail A-Team. Ovviamente ci facciamo una bella chiacchierata e prima di salutarci ci concediamo un brindisi a base di birra.