Lunedì 23 gennaio inizia la quarta settimana dell’anno. Il primo mese del 2017 sta volgendo al termine e le mie condizioni migliorano giorno dopo giorno. Anche la caviglia destra, quella della distorsione, si sta riprendendo al meglio e sono molto fiducioso per le avventure future.

Complice il sole che splende sulla Pianura Padana, il rientro dalla grigia Berlino non è eccessivamente traumatico. Così martedì riprendo gli allenamenti con una corsa tranquilla di 12 km insieme a Luna, che a metà percorso trova il tempo di giocare con un’altra cagnolina di nome Siria.

Luna corre in idrovia

Come nella settimana precedente le giornate sono caratterizzate da un bel sole, ma anche da un bel vento. Correre è molto piacevole quando il vento è a favore, ma quando è contrario sono dolori!

Idrovia semi ghiacciataMercoledì faccio una corsa di 15 km a ritmo lento, seguita da 10 allunghi sui 100 metri per far girare le gambe e sciogliere i muscoli un po’ indolenziti.

Giovedì mi godo il giorno di riposo e venerdì affronto 10 ripetute sui 1.000 metri. Al termine della sessione di allenamento sono abbastanza provato, ma molto soddisfatto.

Finalmente arriva il week-end e, come da tradizione, lo dedico a una bella corsa sui Colli Euganei. Sabato è il turno del Sentiero Atestino in compagnia di Stefano.

Itinerario sentiero Atestino

L’intento è quello di tracciare un itinerario che non vada a farci percorrere la stessa strada più di una volta. L’obiettivo è raggiunto, ma rimane un pizzico di delusione nell’aver trovato il cancello di Villa Beatrice d’Este, sul Monte Gemola, chiuso.

Infine domenica lascio le scarpe da corsa a casa per dedicarmi alla bicicletta. Insieme a mio papà e a mio fratello percorro insieme l’anello ciclabile dei Colli Euganei, dove ho la possibilità di scoprire il fantastico Castello di Valbona.