Se la seconda settimana del 2017 era stata caratterizzata dal freddo e dal ghiaccio a terra, in questa terza settimana è stato il vento l’indiscusso (o quasi) protagonista.

Come di consueto la settimana inizia in maniera tranquilla, il lunedì mi riposo con dello stretching e niente di più. Martedì 17 gennaio per me è un giorno speciale, infatti è il mio compleanno. L’anno scorso avevo festeggiato in maniera abbastanza originale, infatti avevo percorso tanti chilometri quanti gli anni che stavo compiendo, ovvero 29 (leggi “un compleanno di corsa“).

30 bareteIn questo 2017 sono 30 anni tondi tondi (o 30 barete* come diciamo in Veneto), ma nel pomeriggio li festeggio con una corsa progressiva di soli 15 chilometri (il peso dell’età si sente :D). Parto a un ritmo di 5’/km e concludo a un ritmo di 4’20″/km. Non avevo mai fatto un allenamento di questo tipo e devo dire che mi sono divertito parecchio.

Per arrivare ai fatidici 30, mercoledì faccio una corsetta di scarico di altri 15 km. Sono in compagnia di Luna e di un bel vento che a tratti mi fa quasi cadere a terra! L’acqua ghiacciata dell’idrovia si è sciolta a metà ed è uno spettacolo da vedere.

La settimana di corsa termina proprio mercoledì. Invece di accumulare altri chilometri, faccio scorte di birra. Questo perché da venerdì a domenica trascorro un week-end a Berlino per festeggiare il compleanno in compagnia dell’amico Nico e dei vecchi amici berlinesi.

*bareta in dialetto veneto può significare anno di età, oppure cappello.