Il primo maggio, giorno della festa dei lavoratori, ho partecipato insieme all’amico Vanni, alla decima edizione della randonnèe di Portogruaro (clicca qui per vedere il sito della manifestazione), che ci ha visti pedalare con le nostre e-bike per ben 130 chilometri.

Per chi non lo sapesse, randonnèe è un termine francese che significa letteralmente gita e che nel ciclismo si traduce in un giro dove non si va forte o piano, ma lontano insieme a compagni di viaggio e non ad avversari di gara.

La nostra randonnèe è iniziata dal centro di Portogruaro con la partenza dell’ultimo gruppetto, distanziati di circa 500-600 metri dal gruppo principale. Il nostro ritmo era molto simile a quello del gruppo di testa, mantenendosi sui 33 km/h.

Dopo aver percorso circa 13 chilometri, siamo rientrati con il gruppo principale, che aveva avuto un breve rallentamento e, viaggiando insieme, siamo riusciti a rifiatare. Al 50° chilometro ci siamo divisi in due gruppi, chi proseguiva per la 200 km e noi per la 130 km. Poco dopo Vanni mi consiglia di sostituire la batteria, nonostante non fosse ancora scarica, una breve sosta per il cambio e subito in sella per ripartire.

In questo frangente ho potuto constatare le ottime doti di passista del mio amico, che chilometro dopo chilometro, ci ha permesso di recuperare posizioni e di concederci una breve sosta per una foto ricordo sotto una sorta di monumento/pubblicità del giro d’Italia.

Quando è iniziata la salita dopo circa 70 km, le nostre e-bike hanno dato prova delle loro qualità di scalatrici. Uno a uno abbiamo superato molti compagni di viaggio, quasi increduli dall’esuberanza delle nostre e-bike e siamo giunti alla cima della salita, dove ad attenderci c’erano il controllo di rito e il ristoro.

Al termine della discesa, mancavano ancora poco meno di 50 chilometri, percorsi da soli, su un rettilineo abbastanza monotono e con il vento contro. Ancora una volta, l’infaticabile Vanni ha fatto da battistrada fino a una decina di chilometri dall’arrivo, quando siamo stati raggiunti da un gruppetto con il quale abbiamo concluso la randonnèe dopo un giro d’onore nel velodromo “PierGiovanni Mecchia” di Portogruaro.

Per concludere pasta party per tutti e il rientro a casa.

Clicca sull’immagine qui sotto per vedere nel dettaglio il percorso della randonèe.

Percorso randonee di Portogruaro 2014